Dr. Francesco PomaraL’Idea di un sito internet col quale interagire con il mondo esterno ci ha sempre affascinato, da quando internet è riuscito ad entrare nelle case di molti.

Molte titubanze sono state legate alla difficoltà di intraprendere un cammino che non fosse solo espositivo della attività dell’azienda e della professione sanitaria, ma che potesse essere utile alla gente, che ci rendesse immediatamente disponibili, anche se virtualmente, non solo a persone vicine, ma anche lontane… Non è certo facile, esercitare la professione di medico necessita della presenza fisica del paziente, per ascoltarlo, vederlo, visitarlo… tuttavia ci sono diversi aspetti del paziente (anamnesi, parametri antropometrici, esami ematochimici, etc) dalla cui raccolta, anche informatizzata, si possono desumere informazioni di per sé sufficienti ad aiutarlo per alcune delle sue problematiche di salute o di mantenimento dello stato di salute.

Questo sito nasce con questa prospettiva: aiutare a distanza pazienti che possono essere aiutati a distanza. Speriamo di ottimizzare nel tempo tale servizio.

“mens sana in corpore sano” affermava Giovenale. Detto ancora valido che oggi, alla luce delle nuove conoscenze scientifiche, è confermato dalla necessità di dovere essere in forma. Il sovrappeso e la cellulite, detta anche lipodistrofia, sono oggi considerate a buon diritto condizioni morbose che predispongono a malattie cardiovascolari (ipertensione, infarto, varici, flebiti, eccetera), metaboliche (diabete, sindrome metabolica, eccetera), osteoarticolari (artrosi, osteoporosi, eccetera). Da qui la necessità di trattamenti specifici atti al controllo del peso corporeo, attraverso i due strumenti più adeguati: la dieta e l’attività fisica.
La riduzione del peso corporeo oggi è proposta come frutto della interazione di diversi fattori (dieta, farmaci, integratori, attività fisica, trattamenti medici, eccetera), ma questo cocktail di soluzioni è frutto più di esigenze commerciali che di una reale necessità. La scienza è oggi concorde nell’affermare che la soluzione del sovrappeso nelle società occidentali è frutto di un binomio: da una parte la riduzione delle calorie necessarie al nostro organismo per le attività quotidiane (la tecnologia oggi ci rende la vita facile ma ci fa bruciare meno calorie!) dall’altra il significativo incremento delle calorie introdotte con l’alimentazione (se dovessimo fare un confronto con delle automobili, introduciamo nel nostro serbatoio più benzina di quella che consumiamo giornalmente!). da qui la necessità di dovere invertire la tendenza.