… il decotto d'orzo fu scelto tra le vivande cereali in diversi morbi acuti … dissetante e di facile escrezione, non comporta stipsi né agitazione, né gonfia il ventre…Ippocrate, nei suoi scritti, elogiava l'orzo per alcune proprietà medicamentose, scrivendo come segue: “… il decotto d'orzo fu scelto tra le vivande cereali in diversi morbi acuti … dissetante e di facile escrezione, non comporta stipsi né agitazione, né gonfia il ventre…”.

Le proprieta alimentari dell'orzo

Oggi l’orzo è stato ripreso dalla industria alimentare, e si deve affermare con validità scientifica la sua utilità in diete dimagranti o mirate alla riduzione della glicemia, del colesterolo e dei trigliceridi.

L'orzo è un cereale versatile, con un sapore ricco ed una consistenza di pasta gommosa accattivante. Il suo aspetto ricorda chicchi di grano, anche se è leggermente più chiaro di colore; l’orzo germogliato è ad alto contenuto di maltosio, uno zucchero usato come base per dolcificanti (lo sciroppo di malto).

Quando fermentato, l'orzo viene usato come ingrediente nella birra ed in altre bevande alcoliche. Contiene decise quantità di proteine, amidi, vitamine e destrine, prolamine (edestina ed ordeina); le foglie ed i germogli d'orzo sono ricche di molecole alcaloidi come la gramina, e di mucillagini, che favoriscono la digestione.

Le proprieta mediche dell'orzo

La ricerca scientifica suggerisce che l'orzo può avere un effetto di riduzione del colesterolo e riduzione della glicemia nel corpo umano, e questa azione appare conseguente alla presenza nell’orzo della molecola  beta-glucano, comune nella crusca di avena e fagioli secchi, e molto consigliata come integratore per i soggetti con diabete di tipo 2.

L’orzo, poi, pare contenere, in alcune varianti, alte quantità di pectina, una fibra insolubile che assorbe acqua e che, favorendo e velocizzando il transito intestinale, riduce l’assorbimento di nutrienti, e dunque anche di grassi e colesterolo, aiutando i soggetti con stipsi o disturbi digestivi.

Come si usa l'orzo in cucina

Come l’amido, l’orzo si gonfia e assorbe l'acqua nella cottura e ciò lo rende addensante ideale per zuppe, stufati, e le tradizionali zuppe di brodo o prodotti da forno.

L'orzo può essere sostituito con successo per il riso in quasi tutte le ricette. Ha più sapore del riso bianco anche se non è forte come riso integrale (compromesso perfetto!). L’orzo può essere anche usato come contorno o in insalata. Una tazza di orzo cotto contiene un magro 193 calorie, 6 grammi di fibre, 3,55 grammi di proteine, 17 mg di calcio,  2,09 mg di ferro, 3 mg di niacina, 21 mg di colina, 13,5 mcg di selenio.

A chi è consigliato il consumo di orzo?

Oltre ai sali minerali, l'orzo contiene una discreta quantità di vitamine, in particolare vitamina E (tocoferoli e tocotrienoli) e del gruppo B (B1, B2, B3). Privo di grassi, l’orzo e gli alimenti a base di orzo sono seriamente da considerare per persone che devono incominciare una dieta dimagrante o che hanno malattie metaboliche come diabete, dislipidemie, ipercolesterolemia o con malattie intestinali come la diverticolite, il morbo di crhon, la colite.