Noci di palma e piattino con olio di palma

A coloro che leggono questi articoli porgo una domanda: avete notato, per alcuni prodotti alimentari pubblicizzati in TV o nei media in genere, la sottolineatura del prodotto come “privo di olio di palma” o “senza olio di palma”?

Fateci caso: prodotti noti, anche italiani, vengono pubblicizzati e, per aumentare la compliance dell’utente al prodotto, sottolineano che i prodotti alimentari sono ottenuti senza l’uso dell’olio di palma, come si faceva prima. Perché?

I molteplici usi dell'olio di palma?

Faccio un passo indietro, indicando dati noti: l'olio di palma è un prodotto molto comune, usato tipicamente  in Africa occidentale come olio alimentare, ed il suo commercio si è poi esteso in Oriente ed in Europa, per un uso davvero molteplice: i mercanti britannici lo inserirono come lubrificante per le macchine della rivoluzione industriale, e come materia prima per prodotti di igiene (sapone e saponette, si pensi al Palmolive), ed oggi, con la nuova tecnologia, l’olio di palma è usato anche nella produzione di bio-diesel, o come miscela per gasolio convenzionale.

Cos'è l'olio di palma?

Un uso molteplice, che coinvolge anche il settore industriale alimentare. L'olio di palma e l'olio di palmisto sono oli a base di trigliceridi, acidi grassi esterificati con glicerolo, che contengono una importante quantità di acidi grassi saturi.

L'olio di palma dà il nome all'acido palmitico, suo principale componente, ma contiene anche acido oleico monoinsaturo, mentre l'olio di palmisto contiene soprattutto acido laurico.

L'olio di palma che si ottiene nei mulini con la raffinazione, sbiancato e deodorato, è il prodotto oleoso di base usato come  materia prima, prevalentemente per la produzione di oli o grassi alimentari ed il loro uso si è propagato nell'industria alimentare perché possono essere usati come succedanei di altri ingredienti più costosi, per un analogo comportamento organolettico e produttivo, indipendentemente dalle caratteristiche nutrizionali.

Per capirci, usare olio di palma al posto dell’olio di oliva è più conveniente per l’industria, il prodotto finale è lo stesso ma la qualità chimica è inferiore: un dato di fatto legato alla natura del prodotto.

Cosa può provocare un eccessivo uso di olio di palma?

Negli ultimi cinque anni, diverse agenzie mondiali (l’Organizzazione Mondiale della Sanità, la Food and Drug Administration, ed altre) si sono preoccupate di sottolineare le indicazioni di diversi studi, validati scientificamente, quindi reali, che indicavano nell’eccessivo uso dell’olio di palma, una stretta correlazione con un aumentato rischio cardiovascolare per una alterazione del quadro lipidico ematico.

In termini semplici, mangiare troppi prodotti con olio di palma ci espone ad un aumentato rischio di avere infarti, ictus, e così via dicendo, poiché si tende ad aumentare significativamente nel sangue i livelli di colesterolo e trigliceridi (ipercolesterolemia, ipertrigliceridemia).

Tutto vero. Gli studi effettuati sono metanalisi correttamente effettuate e gli istituti scientifici sono di tutto rispetto, dunque le indicazioni fornite scientificamente sono valide: diverse considerazioni vanno fatte sull’uso che si fa di queste informazioni … Bisogna riflettere su alcuni punti, prima di esprimersi: l'olio di palma nell'industria alimentare è stato ed è ancora usato nel mondo per il suo basso costo. E' uno degli oli vegetali o alimentari più economici. Additarlo come un prodotto qualitativamente scarso, e potenzialmente nocivo per la salute delle persone, è un vantaggio per chi produce le alternative all’olio di palma …

L'olio di palma è veramente così nocivo per salute?

Bandiera europa

Con il Regolamento UE 1169/2011, dal 2015 in Europa è obbligatorio indicare nelle etichette dei prodotti alimentari prodotti in Europa la specifica origine di oli e grassi vegetale e dichiarare l'uso dell'olio di palma.

Dunque si costringono le aziende ad indicare che usano per i loro prodotti una materia prima che può, e preciso può, causare problemi nel tempo al metabolismo del corpo … tradotto in termini pratici, le grosse aziende, i grandi marchi, pur di evitare la associazione del loro prodotto all'olio di palma si sono attivati per trovare una alternativa all’olio di palma stesso.

Ma siamo così sicuri che la soluzione risolva il problema? L’olio di palma, come tutti gli alimenti, ha qualità positive ed altre meno positive: gli abusi di questo prodotto possono esporre a problemi di salute. "In media stat virtus" mi pare dicessero i latini, e anche all'olio di palma si può applicare la massima.

Colesterolo e trigliceridi possono aumentare anche con un eccessivo uso di carni rosse, di burro, di fritture, ed anche in conseguenza di una vita sedentaria … Il buon senso ci deve guidare nella scelta di ciò che mangiamo, ma anche di ciò che sentiamo e di quello che ci vogliono propinare. Se poi ogni tanto ci mangiamo un po' di Nutella, non succede nulla. Intere generazioni sono sopravvissute senza patemi d'animo...