Ernia del disco

La Microdiscectomia, detta anche discectomia micro lombare è una tecnica chirurgica mini-invasiva eseguita in genere a pazienti con una dolorosa ernia del disco lombare per fenomeni di impengement (compressione) della radice nervosa.

A cosa serve la Microdiscectomia

La Microdiscectomia, denominata anche microdecompressione, ad oggi è divenuta la più comune forma di chirurgia eseguita da chirurghi della colonna vertebrale.

L'operazione consiste nel rimuovere una porzione del disco intervertebrale, quella che, erniata o sporgente, comprime meccanicamente la radice del nervo spinale causando appunto il dolore.

Quali sono i vantaggi della Microdiscectomia

La Microdiscectomia è venuta incontro al chirurgo, consentendogli di eseguire questo intervento con minima invasività: ottimi microscopi, strumenti chirurgici miniaturizzati, anestesie locali, consentono di “invadere” al minimo il corpo del paziente (piccole incisioni), consentendo così un recupero più veloce.

Come avviene l'intervento di Microdiscectomia

La microdiscectomia è particolarmente usata per le patologie della colonna vertebrale lombare tipo ernia del disco lombare. Una microdiscectomia viene eseguita attraverso una piccola incisione sulla linea mediana della parte bassa della schiena, grande all’incirca 2-3 cm. Sotto la fascia cutanea, i muscoli della schiena (muscoli erettori spinali) sono sollevati dall’arco osseo (lamina) della colonna vertebrale e vengono spostati.

In questo modo il chirurgo visualizza il legamento giallo, una membrana delle radici nervose ed è quindi in grado di entrare nella colonna vertebrale. Rimuovendo il legamento giallo, con occhiali operativi o un microscopio operatorio il chirurgo visualizza la radice del nervo, ed approfittando della anestesia generale interviene rimuovendo l'ernia del disco attraverso piccoli strumenti simili a quelli odontoiatrici.

La toilette chirurgica delle aree circostanti in genere rappresenta il completamento dell’atto operatorio; l'area della lesione viene poi di solito lavata con acqua contenente antibiotici sterili e successivamente lo strato fasciale profondo e gli strati sottocutanei sono chiusi con un paio di punti di sutura forti.

Post operatorio di un intervento di Microdiscectomi

Cicatrice post operazione con tecnica di Microdiscectomia per ernia del disco lombare

La pelle di solito può essere chiusa anche con colla chirurgica speciale che non richiede benda, lasciando una cicatrice minima. La maggior parte dei pazienti sono in grado di tornare a casa lo stesso giorno o il giorno successivo dopo l'intervento chirurgico.

Un breve periodo di fisioterapia può essere utile per la ripresa progressiva delle funzioni ma, soprattutto, per imparare a gestire la colonna vertebrale durante lo svolgimento delle sue funzioni. Un corretto approccio al movimento durante le attività quotidiane, una riduzione del sovrappeso / obesità ed un rafforzamento della muscolatura della colonna vertebrale e degli arti inferiori potranno evitare il rischio di recidive, anche nello stesso punto di intervento, situazione che al momento presenta una incidenza non trascurabile (sino al 50% delle ernie operate può recidivare).

In conclusione la microdiscectomia è un validissimo approccio per intervenire in caso di ernia del disco lombare.