tisana per dieta drenanteTra le tisane più note ad effetto depurativo e diuretico che si possono usare nelle diete drenanti si possono trovare quelle a base di:

 

 

 

  • Avena sativa (Avena): ha azione drenante, presenta inoltre molte altre proprietà tra cui anche quelle di essere un valido stimolante.
  • Ananas sativa (Ananas): il gambo d’ananas è ricco di Bromelina, enzima proteolitico che scinde le proteine accelerandone la digestione e la conseguente eliminazione delle scorie. Per l’azione anti-infiammatoria è usata anche per favorire il riassorbimento degli edemi localizzati e legati ad accumuli adiposi.
  • Asparagus officinalis (Asparago): la sua radice, ricca di saponosidi, incrementa la diuresi esercitando azione stimolante nei confronti dell’epitelio renale e della sua irrorazione.
  • Betulla: contiene flavonoidi, in particolare l’iperoside, che presenta proprietà diuretiche e depurative.
  • Beta vulgaris (Barbabietola): assorbe le tossine dalle cellule facilitandone l’eliminazione, è depurativa, mineralizzante, antisettica, ricostituente, favorisce la digestione, stimola la produzione di bile e rafforza la mucosa gastrica, cura le anemie, le infezioni del sistema cerebrale, stimola la produzione dei globuli rossi, scioglie i depositi di calcio nei vasi sanguigni e ne impedisce l’indurimento, infine stimola il sistema linfatico.
  • Centella: svolge una azione di vaso protezione migliorando la funzionalità venosa tonificando le pareti delle vene e cicatrizzante (favorisce la produzione del collagene ed irrobustendo le vene riduce la pesantezza agli arti inferiori favorendo anche il drenaggio della cellulite).
  • Cynara scolymus (Carciofo): è un valido diuretico, presenta proprietà epatoprotettive, è un coleretico, è inoltre ipocolesterolemizzante.
  • Finocchio: è molto diuretico ed anti-infiammatorio, si usa per stimolare la digestione, calmare gli spasmi e i dolori addominali in caso di gastrite o colite, poiché combatte i processi fermentativi dell’intestino e diminuisce di conseguenza il gas intestinale.
  • Guaranà (Paullinia capuana): arbusto dell’Amazzonia, ricco di xantine come caffeina e teobromina, è uno stimolante naturale usato per il trattamento della stanchezza in primis, ma anche per condizioni di diarrea, artrite e per ridurre la fame.
  • Gramigna: è un ottimo diuretico, capace di proteggere il fegato ed i reni (anticamente si usava per sciogliere calcoli urinari).
  • Liquirizia: a dosi di piccola-media entità ha una notevole azione diuretica e drenante sul sistema linfatico.
  • Noce di Cola: frutto dell’albero dell’Africa equatoriale, è uno stimolante del metabolismo, ed è quindi usato per la perdita di peso, tuttavia a dosi moderate è utile per gli stati infiammatori
  • Pilosella: ricca di flavonoidi e saponine, svolge azione diuretica, antibatterica e antidolorifica.
  • Ruscus aculeatis (Pungitopo): presenta funzione diuretica, e migliora le capacità di circolazione.
  • Ribes nero: con flavonoidi, tannini, catecolamine, vitamina C, ha un’azione trofica sulla circolazione, con funzione antiossidante, antireumatica, antinfiammatoria e drenante.
  • Thé verde: ha funzioni antiossidanti e drenante, grazie alla metilxantina e alla teofilina. Inoltre svolge azione termogenica grazie alla presenza di caffeina e polifenoli e può pertanto essere d’aiuto anche per il calo ponderale.
  • Tarassaco: ha un’azione drenante e depurativa, attivando la secrezione biliare (depurativo epatico) e aumentando la diuresi.

E voi quale tra le tisane per dieta drenante, quale preferite?