schema grafico della mano e del pollice per la tendinite di De QuervainLa Tendinite di De Quervain, è un processo infiammatorio della guaina sinoviale che avvolge i tendini del pollice, l'abduttore lungo e l'estensore breve, allocati insieme in un tunnel fibroso detto primo canale degli estensori. Come il filo del freno della bicicletta questi tendini, partendo dall'avambraccio giungono al primo dito consentendone la elevazione.

Una predisposizione anatomica dei tendini e la presenza di fattori scatenanti (usura lavorativa tipica di musicisti, lavori di cucito e ricamo, uso di mouse o tastiera del computer, mamme in fase di allattamento, sovraccarico funzionale, movimenti violenti o molto ripetitivi con il polso, eccetera) può favorire la comparsa della patologia nota col nome di Tendinite di De Quervain, la quale comporta  la formazione di un nodulo doloroso, talora visibile ad occhio nudo, corrispondente all'ispessimento del tetto del canale degli estensori del pollice.

La tumefazione può essere dolorosa al tatto ed alla mobilizzazione, passiva ed attiva (rotazione del polso, presa con forza gli oggetti come pentole, bottiglie, sacchetti della spesa), con dolore che si irradia sul dorso del pollice.

Talora la Tendinite di De Quervain è associata a una sindrome del tunnel carpale o al dito a scatto.

Una visita medica specialistica è sufficiente per formulare la diagnosi, molto utile è un'ecografia ai fini diagnostici.

Dal punto di vista della terapia il trattamento della Tendinite di De Quervain prevede l'uso di tutori, ghiaccio, farmaci anti-infiammatori, antidolorifici e steroidei, fisiocinesiterapia strumentale ed attiva.

Al persistere della sintomatologia della non si può escludere un intervento chirurgico risolutivo per la tendinite di De Quervain.