La Sindrome di Asperger è una forma lieve di autismo, una disabilità permanente La sindrome di Asperger è una forma di autismo, una disabilità permanente, per lo più un handicap spesso nascosto,  che si caratterizza per delle difficoltà in tre aree principali (la triade):

  • comunicazione sociale: hanno difficoltà a comprendere gesti, espressioni del viso o il tono della voce, a sapere quando iniziare o terminare una conversazione, difficoltà nella scelta di frasi o parole complesse (pur comprendendone il significato);
  • interazione sociale: le persone con sindrome di Asperger hanno pochi problemi con il linguaggio e sono spesso sopra la media in termini di intelligenza, non hanno difficoltà di apprendimento, ma possono avere difficoltà specifiche come dislessia e disprassia o altre condizioni come deficit di attenzione e iperattività (ADHD) ed epilessia.
  • immaginazione sociale: quando si parla con un soggetto con questa sindrome bisogna essere molto letterali in quello che si dice loro, possono avere difficoltà a capire gli scherzi, ad interpretare una metafora o il sarcasmo .Con una persona con sindrome di Asperger bisogna usare frasi corte, essere chiari e concisi. La voglia di socievolezza non manca a queste persone, hanno solo difficoltà ad interpretare i segnali sociali (possono avviare un argomento inappropriato di conversazione, o confondersi, o comunque assumere comportamenti non appropriati) e a mantenere le relazioni sociali, che possono renderli molto ansiosi. Le persone con la sindrome di Asperger possono essere fantasiosi nell'uso convenzionale dei termini (molti sono gli scrittori affermati, artisti e musicisti con questa peculiare fantasia).

Quali sono le cause della Sindrome di Aspenger?

La ricerca medica suggerisce che una combinazione di fattori (genetici e ambientali) determini la sindrome di Asperger, che dunque non è causata (come erroneamente alcuni pensano) da una educazione inappropriata,  o da condizioni sociali.

Esiste una cura o delle soluzioni alla Sindrome di Aspenger?

Attualmente non esiste una cura, un trattamento specifico per la sindrome di Asperger, condizione che migliora nel tempo. Un concetto deve essere chiaro: le persone con sindrome di Asperger hanno opportunità di raggiungere il loro pieno potenziale pari ai soggetti “sani”: qui l’affetto familiare, l’attenzione scolastica, i supporti psicosociali possono giocare un ruolo importante. Alcuni recenti studi indicano nella dieta un elemento determinante nel miglioramento dei sintomi. Secondo alcuni studiosi americani (Kendall et all) per soggetti con tale sindrome o comunque con sindrome autistica è consigliabile una dieta priva di glutine e caseina, particolarmente adatta per soggetti con sindrome di Asperger. Le indicazioni sono tuttavia ancora oggetto di una conferma scientifica.