Aghi da mesoterapiaLa mesoterapia è una tecnica della scuola di medicina francese, che parte dal presupposto di somministrare i farmaci sul corpo lì dove è presente la patologia; questa tecnica infatti consiste nella inoculazione sul punto del corpo affetto da patologia del farmaco adatto alla cura attraverso una siringa con microaghi capace di penetrare sul derma, ove rilascia il farmaco che agisce prevalentemente nel punto e attorno ad esso.

La mesoterapia è una tecnica che va effettuata esclusivamente da personale medico, basata su rilevamenti empirici che effettivamente ha una sua valenza terapeutica; le patologie che si possono curare sono tante: patologie dell'apparato osteo-articolare (artrosi, reumatismi, eventi traumatici, eccetera), dell'apparato cardiovascolare (varici, teleangectasie, fragilità capillare), della cute. La tecnica è ovviamente sempre la stessa, cambiano essenzialmente i farmaci da inoculare, specifici per patologia. Vaste applicazioni della mesoterapia si hanno nella medicina estetica: essa è infatti un presidio terapeutico molto utile nel trattamento della cellulite.

Attraverso specifici farmaci, presi singolarmente o mescolati tra di loro, secondo schemi ben precisi, la tecnica mesoterapica consente di aggredire gli accumuli di adipe localizzati, favorendo lo "scioglimento" dei grassi in eccesso, il drenaggio dei liquidi extracellulari ed il miglioramento della circolazione linfatica ed ematica; pertanto la mesoterapia è utile nella gestione del sovrappeso.

La tecnica della mesoterapia può prevedere uso di farmaci tradizionali o omeopatici; l’uso dei primi prevede tempi rapidi di azione, l'uso dei secondi comporta tempi maggiori. I rischi della mesoterapia sono limitati per il paziente, tuttavia sono presenti ed in gran parte secondari ai farmaci utilizzati: l'insorgenza di allergie o intolleranze va sempre valutata prima di iniziare un trattamento, attraverso dei test o delle prove allergiche. Rari ma possibili anche effetti indesiderati secondari a sovradosaggi, tuttavia questi sono transitori ed immediatamente risolvibili attraverso la sospensione della terapia.

Le applicazioni mesoterapiche nei trattamenti di medicina estetica vanno ripetute nel tempo (in genere 1-2 applicazioni settimanali per un massimo di due-tre mesi) e non devono prescindere da due elementi fondamentali nella gestione e nella terapia degli aumenti ponderali: una dieta ipocalorica bilanciata, associata nei casi ove necessari ad integratori, e un minimo di regolare attività fisica. Sciogliere i grassi attraverso la mesoterapia in sé non è sufficiente, è necessario che tali eccessi vengano comunque smaltiti; da qui la necessità di dovere associare la tecnica medica mesoterapica con dieta ed attività fisica. L’uso della sola tecnica mesoterapica infatti non risolve il problema della cellulite, che ha una patogenesi multifattoriale, anzi, la resa estetica può anche peggiorare; un bravo medico deve rifiutare di fare mesoterapia ad una paziente che necessita anche e soprattuto di dieta ed attività fisica.

I risultati migliori tuttavia, vengono ottenuti quando ai tre elementi sopra indicati si associano trattamenti estetici "mirati", cioè finalizzati ad ottimizzare il rendimento estetico lì dove il trattamento viene avviato: linfodrenaggi, balneo-terapia (fanghi), termoterapia, idrokinesiterapia, presso-terapia, terapie fisiche combinate (ultrasuoni a bassa frequenza, magneto-terapia, correnti galvaniche) sono ausili utilissimi per massimizzare i risultati. E' comunque utile sottolineare come la scelta di un protocollo di intervento necessiti di una valutazione iniziale (check-up) medica e di personale specializzato nel settore.