antico vichingo con pesci per dieta nordicaIn un mondo globalizzato come il nostro non ci si esime dal prendere in considerazione lo stile di vita alimentare di altri paesi, e quelli nordici forse possono fornirci qualche indicazione.

Con il termine di dieta nordica appunto si indica il regime alimentare che caratterizzerebbe gli europei del nord, in particolare della penisola scandinava, e del nord Europa in genere.

La dieta nordica è una dieta basata su un marcato contenuto di:

  • PROTEINE (carne e pesce);
  • VERDURE "verdi" (molto ricche di antiossidanti);
  • ACIDI GRASSI OMEGA-3 (pesce nordico).

Il presupposto dei sostenitori della dieta nordica si basano sul fatto che è scientificamente dimostrato che le popolazioni del nord vivono molto di più: gli scandinavi vivono mediamente sino a 80 anni, le scandinave sino a 84! Da qui il presupposto di seguire un regime alimentare simile al loro, puntando su un grasso della carne e di certi pesci molto più salutare di quelli nostrani e un una alimentazione più proteica capace di stimolare il metabolismo ed indurre la sazietà in modo precoce: aringhe, salmone, frutti di bosco, pane di segale, carne di manzo, renna, capra, latticini di capra, cavoli e broccoli nordici, insalate a foglia verde, dovrebbero divenire quotidianità nelle nostre tavole!

In realtà nella dieta nordica non c'è nulla di nuovo sotto il sole: è stata scoperta l'acqua calda, e neanche, oserei dire!

Le molte disquisizioni scientifiche che si fanno sulla dieta nordica ripropongono per l'ennesima volta un regime alimentare su base prevalentemente iperproteica, con pregi e difetti di questa dieta (da un lato stimolo del metabolismo, induzione al dimagrimento, controllo del senso di fame, dall'altro disturbi gastrointestinali possibili, sovraccarico funzionale del rene e del fegato, necessità di approvvigionamento idrico smisurato) in cui vi sono tuttavia, come in tutte le diete, dei vantaggi evidenti: sicuramente la dieta nordica presenta un valore aggiunto in termini di anti-ossidanti (coenzima Q10, eccetera) e protettori cardiaci (acidi grassi omega3) che la rendono proponibile per piccoli periodi di controllo dietologico.

In ogni caso, mangiare renna e salmone può anche far bene al cuore, un po' meno al portafoglio… ed in ogni caso tutti gli studi scientifici svolti concordano nel dire che l'allungamento delle prospettive di vita delle popolazioni nordiche hanno da un lato basi genetiche, dall'altro uno stile di vita che non è fatto solo di dieta diversa, ma anche di stile di vita salutare: sin dai primi anni infatti sono tutti abituati a fare sport! E questo deve fare pensare e riflettere.