La Dieta Combo aiuta a dimagrire

La Dieta dimagrante combinata, o dieta combo, è un modello alimentare che si sta diffondendo a macchia d’olio in America per i risultati in termini di peso straordinari.

La premessa alla base di piani alimentari come la dieta dimagrante combinata è che mangiare certi cibi insieme rallenta la digestione, dunque si aumentano i tempi di contatto del cibo con l’intestino, dunque aumenta l’assorbimento di calorie possibili da parte dell’organismo.

Come spesso succede, prove scientifiche di questa affermazione non ve ne sono, eppure i sostenitori snocciolano cifre importanti (si parla di pazienti che perdono sino al 50% dell’eccesso di peso).

Come funziona

La dieta dimagrante combinata, è un equilibrio tra classici pasti a basso contenuto di grassi ed altri a basso contenuto di carboidrati; progettata per le donne, la dieta combinata equilibrata si concentra su una miscela di carboidrati complessi e grassi poli-insaturi. Realizzare questi piatti è spesso difficile, ma il piano alimentare equilibrato della dieta Combo non è priva di carboidrati. La dieta Combo si articola in un piano alimentare di quattro settimane iniziali, che si può ripetere variando lo schema degli alimenti da associare.
Presupposti base della dieta Combo sono:

  • non bisogna mescolare proteine e carboidrati durante i pasti;
  • nella dieta Combo anche proteine e grassi dovrebbero essere consumati separatamente;
  • si devono dunque selezionare gli alimenti, scegliendo quelli in cui siano meno presenti miscele di grassi, proteine e carboidrati (ad esempio, tra i formaggi si usano il formaggio di capra, la feta, lo yogurt, tra le carni pollo, tacchino, manzo);
  • alcune combinazioni alimentari assolutamente non ammesse sulla dieta sono 1) carne e patate, 2) hamburger e panino, 3) uova e formaggio, 4) pane tostato e succo di frutta, 5) pollo e riso, 6) pasta e sugo di carne, 7) prosciutto e formaggio;
  • un menù giornaliero campione può includere macedonia di frutta per la prima colazione, patate con verdure e frutta per il pranzo (in alternativa pasta con condimento semplice) e un pezzo di pollo alla griglia per cena con verdure o ortaggi.bisogna sapere cucinare usando con attenzione i prodotti della cucina: dosare tutto con bilancia e misurini, usare dosi standard (ad esempio per l’olio si consiglia lo spray da cucina).
  • Quando si segue una dieta combo, si consiglia di aspettare quattro ore prima di mangiare cibi da un gruppo alimentare diverso (la teoria è che questo intervallo dà al corpo il tempo di digerire correttamente un tipo di cibo prima di consumarne un altro. Appare però evidente che i nutrienti non possono essere digeriti correttamente allo stesso tempo e mangiare separatamente può dunque non influenzare il sistema digestivo).

Elenchi sugli alimenti da usare nella dieta Combo su internet ve ne sono tantissimi. Come spesso succede, poi, a questi schemi dietetici si associano consigli ovvi: svolgere regolare attività fisica e monitorare il controllo alimentare. Siamo di fronte ad una dieta ipocalorica dissociata, nessuna novità in tal senso, probabilmente effettuabile solo da chi ha tempo per cucinare e soldi da spendere (avocado come frutta, fesa come formaggio e leccornie salutari come queste mica costano poco!).