La CeliachiaLa Celiachia è una malattia caratterizzata da un malassorbimento, associato ad alterazioni della mucosa dell'intestino tenue, correlata ad una intolleranza al glutine, proteina normalmente presente nei cereali come il frumento, la segale, l'avena e l'orzo, e nei loro derivati. Comunemente la celiachia si manifesta in età pediatrica, ma negli ultimi dieci anni è incrementato in modo esponenziale il numero di pazienti in età adulta (più frequentemente donne) con tale malattia, spesso sottovalutata e confusa con altre patologie del tubo digerente.

Clinicamente la celiachia si manifesta inizialmente come tutte le malattie da malassorbimento: riduzione di peso, distensione addominale, diarrea, meteorismo, steatorrea. A questi sintomi si associano segni e patologie spesso asintomatiche come anemia sideropenica, difetti della coagulazione, nelle donne difficoltà alla fecondazione con frequenti aborti spontanei, ipoprotrombinemia, malattie dermatologiche (soprattutto l’herpes zoster o fuoco di sant'antonio), alterazioni degli elettroliti e disturbi metabolici dell'osso.

La diagnosi della celiachia si basa soprattutto sugli esami ematochimici: la ricerca degli anticorpi antigliadina (di classe IgG e IgA) e degli anticorpi endomisio è tappa diagnostica fondamentale, tuttavia in alcuni casi pare utile una conferma diagnostica ottenuta attraverso biopsie dell'apparato gastrointestinale (tratto duodenico) effettuate attraverso gastroscopia.

Non esiste una terapia specifica della celiachia: l'allontanamento dalla dieta giornaliera del glutine consente il recupero clinico nell'arco di poche settimane. Alcuni studi hanno tentato di dimostrare come si possa progressivamente riusare in piccole quantità il glutine, ma ad oggi una dieta rigorosa in assenza di glutine è l'unico percorso terapeutico possibile contro la celiachia.

Per la celiachia, se un paziente viene tenuto a dieta stretta e non mostra alcun beneficio, devono essere allora considerate altre possibilità o fattori di complicazione, che devono essere valutati dallo specialista. Non ci sono comunque dubbi sul fatto che il paziente celiaco dovrà essere sottoposto tutta la vita ad una dieta priva di glutine.

Se volete maggiori chiarimenti o dare il vostro contributo su "La Celiachia" potete farlo liberamente attraverso i commenti. Ogni vostro intervento alla discussione sarà gradito.