Mal di schiena

I FANS (farmaci antinfiammatori non steroidei) sono invece un gruppo molto eterogeneo di molecole con discreta attività antipiretica ed analgesica, ed una più importante attività antinfiammatoria e antiaggregante piastrinica. I FANS agiscono bloccando l’enzima ciclo-ossigenasi e inibendo la formazione di prostaglandine, prostacicline e trombossani.

La ciclo-ossigenasi è un enzima di cui esistono due forme, una costitutiva (cicloossigenasi-1 o COX-1) ed una indotta (ciclossigenasi-2 o COX-2). I FANS tradizionali inibiscono entrambe le isoforme della ciclo-ossigenasi, mentre gli inibitori della COX-2 mostrano un’azione di inibizione selettiva sulla forma indotta dell’enzima e dunque risultano a seguito di ciò meno lesivi per lo stomaco.

Quali sono i possibili effetti collaterali dei farmaci antinfiammatori?

In ogni caso, sia gli inibitori COX-1 sia gli inibitori della COX-2 possiedono diversi effetti collaterali da valutare, a livello ematico, gastrico e renale: broncospasmo, edema, ipertensione, eventi trombotici e insufficienza cardiaca congestizia, inibizione delle contrazioni uterine ed infarto cardiaco sono tra gli eventi più drammatici conseguenti al loro uso/abuso.

Nella trattamento del dolore o di una infiammazione i farmaci antinfiammatori possono essere associati al paracetamolo o agli oppioidi, mentre non devono essere associati fra di loro.

Fenazone (commercialmente tra i più famosi l’Otalgan), il metamizolo (noto commercialmente anche come novalgina), propifenazone (si pensi all’Uniplus), l’aceclofenac (Gladio, Airtal), l’acido acetilsalicilico (Aspirina, Neo Cibalgina, Vivin C), l’ibuprofene nelle sue diverse varianti chimiche (desketo, brufen, ibuprofene, seractil), Diclofenac (Voltaren, tanto per capirsi), naprossene (Naprosyn), ketorolac (il più commercialmente noto è il Toradol), Nimesulide (su tutti per la sua storia l’Aulin), l’etoricoxib (Arcoxia, Exinef, Tauxib) sono tra gli analgesici e FANS più comunemente usati e per il cui uso si rinvia sempre al buon senso ed alla consulenza di un medico, che può sempre indicare il più appropriato.