Immagine che rappresenza la presenza di sangue nllo spazio pleurico

L’empiema è una raccolta di pus nello spazio tra il polmone e la superficie interna della parete toracica, che viene anche definita come spazio pleurico. Di solito l’empiema è causato da un'infezione che si diffonde dal polmone, comportando quindi un accumulo di pus nello spazio pleurico.

Quali sono le cause dell'empiema?

L’empiema è solitamente la complicazione di un'altra anomalia sottostante (polmonite primaria, ascesso sub-diaframmatico, perforazione esofagea, eccetera), dunque quando c’è diagnosi di empiema bisogna anche cercarne la causa I fattori di rischio per un empiema includono:

  • polmonite batterica
  • interventi di chirurgia toracica
  • ascesso polmonare
  • toracacentesi
  • traumi o lesioni al torace (incidenti stradali)
  • fratture costali

I batteri che comunemente causano un empiema sono, in ordine di frequenza, lo pneumococco, lo stafilococco resistente alla penicillina, i  batteri gram-negativi e i  batteri anaerobi, ma spesso, esseno i pazienti affetti da empiema, carenti di difese immunitarie, l’empiema ha causa polimicrobica.  

Quali sono i sintomi dell'empiema?

I sintomi di un empiema sono quelli comuni a molte infezioni respiratorie:

  • dolore toracico, che peggiora quando si respira a pieni polmoni (segni di pleurite)
  • tosse secca
  • sudorazione eccessiva, soprattutto sudorazioni notturne
  • febbre e brividi
  • malessere generale
  • ipostenia
  • mancanza di respiro
  • perdita di peso

Come si diagnostica l'empiema?

La diagnosi si basa su una buona valutazione clinica associata a radiografia del torace,  TC del torace,  analisi del liquido pleurico,  toracentesi. Fatta la diagnosi, obiettivo primario è curare l’infezione con antibiotici mirati, cui dovrà seguire l’inserimento di un tubo toracico per drenare completamente il pus. Se l’infezione è estesa, un intervento chirurgico di decorticazione sarà necessario, specie se il polmone non si espande correttamente.