Palle da kettlebellIl termine kettlebell per gli amanti del fitness è noto, ma per la maggior parte delle persone è un termine sconosciuto; il nome, straniero, indica una palla di ghisa (detta anche Girya) con una maniglia alla monta.

Questo attrezzo sportivo è nato millenni fa in oriente, alcune scritture narrano di monaci Shaolin che le usavano per migliorare forza e resistenza muscolare.

Usato anche da Greci, Romani, Egizi, russi, il kettlebell serviva per migliorare i fisici degli atleti o i soldati di un tempo; la forma di palla di cannone la ottenne nel 1797, per ordine dello Zar.

Nei circhi russi divenne di uso quotidiano finché lo zar Alessandro III, avvezzo all’uso dello strumento per allenarsi, non lo portò alla fama in tutto il paese per una propria disavventura: in viaggio con la famiglia, il treno deragliò, la carrozza dei sovrani precipitò e il tetto cadde addosso a tutta la famiglia: Alessandro III riuscì a reggere tutto il peso finché non sopraggiunsero i soccorsi. Questo evento, collegato appunto alla forza sviluppata dall’uso del kettlebell divenne motivo di racconto e nel paese iniziarono le prime gare sotto il patrocinato del sovrano. Anche dopo la rivoluzione la fama dello strumento non calò, anzi, scienziati e allenatori del tempo si incontrarono e da quelle riunioni nacque il kettlebell che conosciamo oggi.

Oggi è strumento usato per gare. Le competizioni vengono eseguite su 10 minuti. Con 4 pud (unità di misura, 1 pud = 16 kg, dei tempi passati russi, equivalente a 64 kg) per gli uomini nello slancio completo (long cycle) e slancio (jerk), 2 pud (32 kg) per lo strappo (snatch), le donne usano 1 pud (16 kg) nello strappo.

Oggi la federazione mondiale IGSF comprende i seguenti paesi: Ukraina, Russia, Kazakistan, Tatarstan, Uzbekistan, Canada, USA, Finlandia, Italia, Germania, Ungheria, Estonia, Lettonia, Lituania, Moldavia, Grecia, Polonia, Australia, Iran. Come dice Pavel Tsatsouline, il più grande allenatore mondiale di kettlebell, un kettlebell è "una palla di cannone con una maniglia". È una palestra completa che si tiene in una mano.

Al giorno d'oggi i Girya o kettlebell sono usati da preparatori fisici per allenare i propri atleti, o negli eserciti o forze armate o squadre speciali di diversi paesi per mantenersi e migliorare la propria condizione fisica.

In Italia sono poco conosciuti, i media in genere non li apprezzano ed il motivo è meramente economico; costano poco (e questo non va bene) ma soprattutto sono poco graditi dal pubblico in genere, che spesso preferisce brevi scorciatoie per dimagrire velocemente.

Allenamenti con il kettlebell garantiscono più forza, più esplosività, più resistenza, maggiore tonicità. I primi allenamenti sono certamente i più faticosi e possono demotivare un neofita, ma se si tiene duro (e ciò vale con tutti gli sport che si iniziano) i risultati possono essere davvero notevoli, specie per spalle e tronco, con sedute anche di soli venti minuti; l’uso è consigliato seguendo degli schemi di allenamento ben precisi, eseguendo gli esercizi in modo adeguato.