Cuore

Il blocco di branca è una condizione clinica in cui c'è un ritardo o una inibizione lungo il tessuto di conduzione su cui gli impulsi elettrici viaggiano per mantenere il battito cardiaco.

Come funziona il cuore "for dummies"

Il cuore è una pompa, ma come tale, per lavorare ha bisogno di elettricità: questa è fornita da una fonte, detta nodo seno-atriale, che nel contesto del cuore funziona sia da generatore di impulsi che da regolatore.

Da questo generatore, il segnale viaggia lungo una rete di trasmissione sino a portarsi a tutto il cuore, che di fatto in modo ritmico si contrae, secondo i segnali inviati dal “generatore”.

Lungo questo percorso, ampio e ramificato (da immaginarsi come un impianto elettrico che dal quadro centrale si dirama per tutta una casa), il segnale può interrompersi o ritardare, o per condizioni fisiologiche caratteristiche personali, o per difetti congeniti o acquisiti che talora necessitano di un intervento medico.

L’impulso generato dal nodo seno atriale, giunto al fascio di His, uno dei componenti di questa rete elettrica di diffusione, dovrebbe diramarsi in un ramo che si porta al ventricolo destro ed uno che si porta al ventricolo sinistro (i ventricoli sono camere della pompa da cui il sangue viene immesso nel resto del corpo).

Cos'è il blocco di branca destra?

Nel caso del cosiddetto blocco di branca destra, questo impulso ritarda o si interrompe sul fascio che porta l’impulso al ventricolo destro. Ritardo o blocco possono verificarsi sul percorso che invia impulsi elettrici anche al lato sinistro. Il blocco di branca destro (come il blocco di branca sinistro) può essere asintomatico e riscontrabile con un elettrocardiogramma semplice a riposo, oppure indicatore di una patologia di fondo del cuore.

Il blocco di branca destra rappresenta un problema, è una malattia?

La maggior parte dei casi di blocco di branca sinistra sono dovute a qualche tipo di malattia di cuore, nel caso del blocco di branca destra, esso è molto comune e spesso non associato a problemi cardiaci evidenti. In alcuni casi (poco frequenti), il blocco di branca destra riscontrato in un elettrocardiogramma può essere il segnale precoce di:

  • anomalia cardiaca presente alla nascita (congenita), come il difetto del setto interatriale,
  • un pregresso attacco cardiaco (infarto miocardico),
  • una infezione virale o batterica del muscolo cardiaco (miocardite),
  • pressione alta (ipertensione)
  • un coagulo di sangue nei polmoni (embolia polmonare)

Se il blocco di branca destro, accertato con altri esami come un ecocolordoppler cardiaco, è asintomatico e non correlato con patologie cardiache, non necessita di un trattamento specifico: chi lo ha se lo tiene senza pregiudicare la propria vita o il proprio stile di vita, e non presenta alcuna limitazione per attività fisiche anche intense.
Per quelle persone che hanno un blocco di branca destra associato ad alcuni segni e sintomi, come episodi di svenimento (sincope) o sensazione di svenire (presincope), mal di testa durante le attività fisiche intense, rallentamenti sintomatici (percepiti come sgradevoli) del battito cardiaco (bradicardia), gli accertamenti ulteriori sono necessari, di fronte ad un elettrocardiogramma con blocco di branca destra.